MGLCome segreteria MGL Regione e Autonomie Locali, dopo ripetutri inviti e appelli rivolti ad Amministratori e funzionari preposti alla gestione del personale, in questo particolare momento di emergenza sanitaria, non possiamo più tollerare il perdurare di situazioni inaccettabili, generate da comportamenti irresponsabili posti in essere da funzionari pieni di se, che in modo del tutto arbitrario e soggettivo dispongono provvedimenti in difformità alle direttive prescritte dai Decreti Legge emanati dal Governo Nazionale al fine di contenere il fenomeno epidemiologico CODIV-19 a tutela del personale dipendente e in forza alle rispettive Amministrazioni Locali .

Dopo aver interloquito direttamente con l'assessore regionale alle autonomie locali On. Bernadette Grasso, rappresentando la gravità di ciò che sta avvenendo in alcune realtà locali, abbiamo ritenuto quanto mai opportuno assumere una posizione intransigente, atta a tutelare prioritariamente la salute del personale dipendente della pubblica amministrazione e di contro a tutela dei rispettivi nuclei familiari, DIFFIDANDO con propria nota prot. n. 48 del 26 marzo 2020 (clicca per visualizzare), tutte le Amministrazioni a vigilare ed assumersi le proprie responsabilità, attenendosi scrupolosamente ai dettati letterali delle direttive impartitte in nmateria COVID-.19; sottraendo alla gestione alquanto discutibile posta in essere da parte di alcuni funzionari spregiudicati, il personale loro assoggetto, che in modo irresponsabile mettono a serio rischio di salute; diversamente, caso contrario sono differiti alle autorità preposte al controllo e rispetto delle norme in materia di sanità pubblica .

Si notizia altresì, che nella giornata di ieri come segreteria MGL Regione e Autonomie Locali , abbiamo inloltrato altra nota ai sindaci , recante prot. n. 47 del 25/03/2020 (clicca per visualizzare) , attraverso la quale richiamando l'art 115 del Decreto 18/2020 c.d."Cura Italia " sollecitavamo gli stessi a procedere prioritariamente e nell'immediato alla ricontrattualizzazione del personale in servizio presso i comandi di Polizia Locale , elevando il monte ore da partime a full-time, subordinando a questo il ricorso allo straordinario di cui all'art. 115 prima richiamato; stante la conclamata esigenza di personale cui si è chiamati a fare fronte per emegenza COVID-19 evidenziando il contenimento dei costi considerato che, le prestazioni orarie ricontrattualizzate inciderebbero meno sui costi data dalla retribuzione ordinaria e non maggiorata così come previsto nel caso di lavoro straordinario.

                                     Il Segretario Generale

                                          Giuseppe Cardenia