MGLCome segreteria MGL Regione e Autonomie Locali non ci siamo mai estraniati alla problematica stabilizzazione, mantenendo alta l’attenzione e l’impegno, tanto più lo faremo oggi, intendiamo assolvere all’impegno assunto con la categoria fino in fondo a tutela di diritti maturati che vanno consolidati con atti formali che determinano l’assunzione a tempo indeterminato, anche e soprattutto presso le Amministrazioni che indipendentemente dalla propria volontà trovano difficoltà nelle procedure, per impedimenti di natura contabile, il cui volere è subordinato a decisioni che altri devono assumere (vedi COSFEL); in questo contesto stiamo agendo portando avanti nel corso delle ultime due settimane un’attività intensa e mirata a coordinare un’azione politica e sindacale volta a chiudere il precariato storico della Pubblica Amministrazione in Sicilia.

Non ultimi gli incontri definiti nella giornata di ieri a Palermo , attraverso i quali s’intende giungere ad una soluzione condivisa tra Roma e Palermo, attraverso una proposta concreta e spendibile sotto il profilo normativo e finanziario . La ristrettezza dei tempi, ci impone di sostenere subito l’approvazione di una norma già condivisa dal governo regionale e dall’ARS che dia continuità ai rapporti di lavoro in scadenza al prossimo 31/12/2019, contestualmente interagire per la definizione di un percorso già all’inizio dell’anno 2020 .

Come segreteria continuiamo a dare supporto anche alle amministrazioni locali, e ad enti diversi da queste, in ordine al quale si sollecita comunque l’approvazione del piano triennale del fabbisogno 2019-2021 e la formalizzazione dell’istanza di autorizzazione a procedere, alla competente Commissione Ministeriale per la Stabilità Finanziaria degli Enti Locali, sollecitando le amministrazioni interessate a riscontrare tempestivamente le eventuali annotazioni fatte da quest’ultima; assumendo se ricorrono le condizioni una posizione chiara e netta a favore del personale interessato, facendoci garanti dei loro diritti presso altre sedi, come il TAR di Catania, dove tramite il nostro legale abbiamo condiviso e supportato il ricorso presentato dall’Amministrazione comunale di Sant’Agata di Militello (vedi video).

 

                                                    Il Segretario Generale

                                                                                        Giuseppe Cardenia

video