MGLA quasi 30 gg dall’avvenuta pubblicazione in GURS della legge regionale n. 1/2019 che all’art 22 dispone chiarimenti e precisazioni in ordine alle procedure di stabilizzazione del personale precario storico delle Pubbliche Amministrazioni in Sicilia, continuano a persistere resistenze e prese di posizioni che non agevolano le assunzioni con contratto a tempo indeterminato. Se da una parte abbiamo la sensazione che in tanti auspicano un impugnativa da parte del Consiglio dei Ministri che rimescolerebbe le carte in gioco con ricadute negative sulla categoria, dall’altra sembra delinearsi una chiara volontà a non procedere demandando alla Regione Sicilia ogni obbligo che si tramuterebbe in una “deportazione forzata”  alla RESAIS ; sia l’una che l’altra ipotesi consentirebbero all’ente di spendersi per altre vie e impegnarsi politicamente con una platea diversa . Come segreteria MGL Regione e Autonomie Locali abbiamo preteso e ottenuto un risultato importante per la categoria che non intendiamo barattare o svendere, su questo fronte rinnoviamo il nostro impegno, mettendo in chiaro che qualunque ipotesi diversa dalle norme approvate e a regime saranno duramente contestate alla sola ipotesi e sul nascere.

Alcune puntualizzazioni vanno fatte in merito a :

  1. Personale ASU - La mobilitazione che nelle ultime settimana ha richiamato doverosamente l’attenzione sulla propria condizione sociale, non può che essere condivisa e supportata da questa segreteria MGL, con proposte serie e non “acchiappa-consensi”;
  2. Personale in servizio presso enti in dissesto - Và tutelato e garantito con modifiche alla legge vigente, in tal senso abbiamo già come segreteria MGL messo a punto l’intervento normativo opportuno da presentare agli organi istituzionali preposti ;
  3. Personale delle ex Province – Anche nei confronti di questa tipologia di lavoratori và subito intrapreso un confronto con l’Assessore regionale istituzionalmente competente per addivenire ad una soluzione che non generi disparità di trattamento con i colleghi in servizio presso amministrazioni diverse che beneficiano delle procedure delle norme a regime .

Ciò premesso, nel sollecitare tutto il personale a non demordere e pretendere l’applicazione delle norme per cui tanto ci siamo spesi , come segreteria MGL Regione e Autonomie Locali, al di là delle sponsorizzazioni è paternità che oggi ci si attribuisce,  non possiamo che fare un plauso alle Amministrazioni che diligentemente hanno avviato correttamente le procedure ai sensi dell’Art. 20 comma 1 del decreto 75/2017, fra queste richiamiamo le Amministrazioni dei comuni di San Piero Patti, Capo d’Orlando, Caltanissetta, Nicosia  a cui và un plauso auspicando che siano da esempio e stimolo per gli altri.

                                                                    Il Segretario Generale

                                                                            Giuseppe Cardenia