• Stampa

MGLVorremmo comprendere meglio le motivazioni che inducono, ancora oggi, una sparuta e irriducibile cerchia di funzionari, a perseverare su posizioni fuori discussione, trincerandosi dietro alibi che sono stati rimossi dalla Regione Siciliana con l’approvazione dell’art 30 della legge finanziaria regionale; or bene non stiamo più qui a sindacare su chi aveva ragione o torto, sulle modalità a cui assoggettare il personale facente parte della categoria, art. 20 comma 1 o 2 ai fini dell’assunzione con contratto a tempo indeterminato; certamente oggi, la norma approvata non stravolge nulla né innova nulla sotto il profilo strettamente normativo, ma riconosce quale requisito utile per assoggettare la categoria alle procedure di cui all’art 20 comma 1 – assunzione diretta, quella che già a priori il personale interessato riscontrava, ovvero di essere stato originariamente reclutato alle dipendenze dalla Pubblica Amministrazione che procede alla stabilizzazione attraverso procedure concorsuali esperite a seguito di specifica norma di legge, a cui l’ente ha fatto preciso riferimento formulando richieste di professionalità attingendo a specifiche graduatorie provinciali redatte e approvate dalla Regione Siciliana .

Diamo notizia che con decorrenza 26 Febbraio 2019 con l’avvenuta pubblicazione in GURS della finanziaria e del bilancio regionale, queste entrano in vigore come leggi della Regione Siciliana e come tali vanno rispettate, osservate e applicate.

                                                         Il Segretario Generale

                                                               Giuseppe Cardenia