MGLL’assessorato regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, con propria circolare n 10 del 11 giugno 2018 sollecita le Amministrazioni Locali inadempienti, a provvedere e comunicare gli estremi delle deliberazioni consiliari di adozione dei documenti contabili e finanziari , al fine di non incorrere nella procedura  sostitutiva di cui all’art 104 bis dell’O.R.EE.LL , ricordando che i termini per l’approvazione dei bilanci di previsione  e dei rendiconti di gestione sono scaduti rispettivamente lo scorso 31 marzo e 30 Aprile, rimane sottinteso che, a questi ma prioritariamente all’approvazione del bilancio di previsione, restano subordinate le procedure di stabilizzazione che le amministrazioni sono chiamate ad adottare per scrivere la parola fine all’annosa vertenza occupazionale del precariato storico degli enti locali .  

A nostro parere, riteniamo come segreteria MGL Regione e Autonomie Locali, che non sussistono altre motivazioni a giustificazione dei ritardi accumulati dalle amministrazioni interessate nel procedere con atti propedeutici alla stabilizzazione, stante la chiarezza e linearità delle norme regionali e nazionali che oggi regolamentano la materia, non trova fondamento subordinare la propria azione amministrativa all’emanazione di presunte circolari da parte dell’assessore Grasso, o peggio restare in attesa di possibili impugnative da parte del Consiglio dei Ministri chiamato a pronunciarsi sulla legittimità della norma approvata dall’ARS lo scorso mese di maggio.

Bisogna procedere subito,  senza tentennamenti e perplessità, approvare il piano triennale del fabbisogno personale ma ancora prima programmando con il piano annuale delle assunzioni anno 2018 l’assunzione di tutto il personale precario che riscontra i presupposti  e le condizioni, non c’è motivo di articolare nel triennio le assunzioni a tempo indeterminato del personale precario, stante che le stabilizzazioni sono operate non solo in funzione delle capacità assunzionali ma prioritariamente tenendo conto delle c.d. somme aggiuntive, disponibili da subito a copertura della spesa sul bilancio pluriennale dell’ente.

                                                             Il Segretario Generale

                                                                           Giuseppe Cardenia