MGLE’ ripresa ieri l’attività parlamentare all’ARS dopo la pausa per le elezioni Politiche 2018 dello scorso 4 Marzo, con le commissioni di merito in attesa di esaminare il documento di economia e finanza regionale (DEFR) per gli anni 2018/2020 . Sempre ieri firmati dal Dirigente del Servizio Dott. Di Gaudio del Dipartimento Regionale Autonomie Locali, i decreti di erogazione quarta trimestralità anno 2017 quota fondo in favore dei Comuni per le finalità di cui art.30, co.7, legge regionale n.5/2014. 

 In merito alle procedure per le elezioni RSU 17-19 Aprile 2018, si ricorda che il termine ultimo per la presentazione delle liste è stato prorogato al 13 Marzo 2018 giusta comunicazione del 28 febbraio 2018 da parte dell’ARAN .  

Ciò premesso, come segreteria MGL Regione e Autonomie Locali  nel ribadire l’opportunità data a tutti i colleghi in servizio presso le rispettive amministrazioni di rappresentare liberamente e in prima persona le istanze della categoria sui posti di lavoro, avanzando entro il prossimo 13 Marzo c.a. le proprie candidature nelle liste MGL; riteniamo quanto mai opportuno riportare prioritariamente l’attenzione sulla problematica in se, sollecitando tutto il personale interessato a riscontrare nell’immediato l’operato delle rispettive amministrazioni e gli atti ad oggi dalle stesse adottati per la definizione delle procedure di assunzione con contratto a tempo indeterminato, stante l’opportunità concreta data dalla normativa regionale e nazionale oggi vigente e per cui tanto come segreteria ci siamo spesi; normativa dalla quale tanti stanno tentando di deviare l’attenzione mistificando ciò che è possibile, ovvero la riconversione dei rapporti di lavoro subordinato da tempo determinato a indeterminato, così come dispone l’art 20 comma 1 del decreto 75/2017 ; a  tal proposito invitiamo i colleghi a non dare per scontato ciò che non è, assecondando chi oggi sostiene l’impraticabilità dell’assunzione diretta.

A nostro parere, alimenta più dubbi il comportamento di quanti si stanno prodigando per perpetrare l'ennesimo danno alla categoria, assoggettando al proprio volere una generazione che non si ribella .... anzi si presta, mettendosi a servizio proprio di coloro che non hanno nessuna giustificazione da presentare a motivo del loro comportamento... ma solo interessi a far crescere e affermare la propria organizzazione sindcale, che l'interpretazione dell'art 20 comma 1 in questione.

Ancora una volta, fino a prova contraria, solo Noi come segreteria MGL siamo pronti a tutelare e difendere diritti acquisiti che altri mettono in discussione , come le professionalità e le competenze acquisite …. le stesse a cui fà esplicito riferimento l’art. 20 comma 1 del decreto 75/2017 …. ma forse per i tanti questo non ha valore e si è pronti a cestinare 30 anni di precariato .

                         M.G.L. Regione e Autonomie Locali 

                              Il Segretario Generale

                                                                           Giuseppe Cardenia