MGLE’ giunto il momento in cui niente e nessuno deve distrarci dal nostro obiettivo!Non possiamo più rinviare o peggio delegare a pochi ciò che tutti indistintamente siamo chiamati a fare in prima persona, assumere una posizione chiara e inconfutabile sia nei confronti di chi è preposto per legge a dare risposta alle nostre istanze, sia nei confronti di chi non condivide il nostro obiettivo. Oggi, a differenza di quanto accadeva l’anno scorso, ricorrono condizioni e presupposti di legge per pretendere la riconversione dei rapporti di lavoro da tempo determinato a indeterminato a totale copertura dei posti disponibili nelle dotazioni organiche delle rispettive amministrazioni presso cui si presta regolare servizio con contratto a termine . Non possiamo permetterci, di soprassedere sull’avvio delle procedure di cui alla legge regionale 27/2016 prima e del Decreto 75/2017 dopo, per disinteresse e ripiegare in prossimità del prossimo 31 dicembre 2017 sull’ennesima proroga dei contratti in scadenza. Importante è agire, AGIRE SUBITO ! con coscienza e conoscenza che il risultato è a portata di mano e non possiamo farcelo sottrarre per apatia e ammaliati da chi continua a distrarci e insinuare percorsi diversi che non approdono da nessuna parte e se mai lo faranno non abbiamo tempi certi nella loro definizione.

Non abbiamo tempo da perdere e non intendiamo concedere tempo !

Come segreteria MGL Regione e Autonomie Locali, assolveremo come sempre al nostro preciso compito di coordinare e guidare una categoria verso una meta certa e concreta … ma la categoria deve dare il meglio di sé, supportando la nostra azione sindacale e di piazza senza dubbio alcuno sulla nostra concretezza e capacità nell’agire……...solo NOI, possiamo perdere questa occasione irripetibile…se non troveremo quella compattezza e unità d’intenti nel rivendicare l’assunzione a tempo indeterminato senza farci distrarre dalle mille e diversificate motivazioni che ad arte saranno poste ad intralcio sul nostro cammino .

Chiameremo tutti uno ad uno e pretenderemo riscontro in ogni parte della Sicilia, solo così saremo nelle condizioni di porre il punto fine ad un precariato trentennale .

In ultima analisi, ci preme fare delle considerazioni sul tam-tam che in queste ultime ore si sussegue sui social network e altri mezzi di comunicazione, in merito alle potenziali assunzioni a tempo indeterminato deliberate da diversi enti su scala regionale a favore del personale ASU, a cui legittimamente si riconosce il diritto a rivendicare; ci chiediamo, come nel 90% dei casi, la stessa amministrazione oggi abbia potuto deliberare ciò a favore di quanti sono utilizzati in Attività Socilamente Utili dietro un contributo quinquennale e anni addietro con la legge regionale 24/2010 ha sollevato mille problematiche di fronte ad una compartecipazione da parte della Regione Siciliana del medesimo contributo, negando un contratto a tempo indeterminato al personale  oggi ancora in servizio con contatto a termine ? forse la risposta stà nel fatto che oggi la stessa Amministrazione non ha deliberato alcuna assunzione ma ha manifestato solo un volontà , neppure fondata su un piano triennale del fabbisogno personale che è alla base di una procedura di assunzione con contrato a tempo indeterminato.   SVEGLIA! SVEGLIA! Non assecondiamo tutto e tutti senza sapere dove stà la Verità !

 

                                                  Il Segretario Generale

                                                          Giuseppe Cardenia