MGLAvevamo il preciso dovere di provarci per non rimproverarci domani ciò che era nelle nostre possibilità fare e non si è fatto, come segreteria regionale MGL Regione e Autonomie Locali, troverete agli atti di tutti i gruppi parlamentari e dell'Ufficio di Presidenza all'ARS, la nostra formale richiesta di audizione e l'esplicita sollecitazione a trattare con urgenza in sede di conferenza dei capigruppo convocata per la giornata del 6 Settembre c.a., la problematica precariato storico enti locali , al fine di contemplarne l'inserimento all'ordine del giorno dei lavori d'aula convocati in pari data , come ultimo atto che potesse qulificare questo scorcio di fine legislatura .

Come delegazione regionale MGL presente a Palazzo dei Normanni, a margine degli incontri portati avanti nella giornata del 6 settembre, non possiamo invece, che testimoniare solo la fine di questa legislatura con nulla di fatto, le motivazioni adottate dal Presidente dell'ARS per il rinvio dei lavori d'aula al prossimo 19 Settembre per mancanza di numero legale, fanno solo da paravento all'inerzia e all'inaffidabilità di una classe politica sempre più latitante e lontana dalle esigenze reali e concrete del popolo sicliano, lasciato solo con suoi molteplici problemi che troveranno da domani spazio come da rituale nelle intenzioni e nei proclami elettorali .

Una verità su tutte deve emergere dalle mille ipocrisie che viziano e sviano l'attenzione dal vero problema che ha condizionato in modo negativo questa legislatura, "la conoscenza" e "il sapere" riscontrata negli interlocutori chiamati a trattare e discutere su una problematica non facile come il precariato ; di fatto pochi sono stati i funzionari capaci di sostenere un confronto e ancora meno i politici che hanno dimostrato capacità e autorevolezza nell'esercitare con competenza e al meglio il proprio ruolo.

Per opportuna conoscenza, diamo conto di quanto a seguire :

  • la posizione nettamente contraria a ritornare sull'argomento precariato storico enti locali mantenuta dal Presidente Ardizzone dopo lo stralcio degli emendamenti operato dallo stesso lo scorso 10 agosto c.a., nonostante i tentativi posti in essere prima in un confronto diretto e a seguire durante i lavori di conferenza dei capi gruppo su sollecitazione di alcuni deputati ;

  • la mancata disponibilità del presidente Cancelleri del M5S a incontrarci prima della conferenza dei capigruppo, nonostante le tante e ripetute sollecitazioni fatte e in considerazione del fatto che lo stesso si propone alla guida della Regione Siciliana il prossimo 5 Novembre ;

  • la tanta voglia di fare e disfare riscontrata nell'assessore regionale alle autonomie locali On Luisa Lantieri, che nonostante la sua vicinanza alla categoria, non è riuscita a concretizzare quanto si era ripromessa di fare .

  • l'assenza dei sindacati che nessuna posizione hanno assunto nei confronti della categoria, tranne che uscire con un comunicato stampa dopo giorno 6 sollecitando il governo a procedere con le stabilizzazioni del personale precario, giusto per non restare nell'anonimato;

  • la latitanza dell'Anci Sicilia sulla probelamtica (stabilizzazione e comuni in dissesto), forse perchè il suo Presidente troppo impegnato a mettere appunto la lista dei sindaci per la prossima competizione elettorale;

Saremo onorati se smentiti nelle affermazioni fatte oltre che dai diretti interessati da quanti hanno precise responsabilità nel mantenere questo status quo di sottomissione e dipendenza con l'assunzione di precise responsabilità nei confronti della categoria e l'adozione di atti concreti che danno soluzione definitiva all'annosa problematica del precariato storico degli enti locali e non .

Per quanto ci riguarda, siamo consapevoli che se non abbiamo fatto passi in avanti nella direzione auspicata, di certo è che non ne abbiamo fatto nessuno indietro, mantenendo un risultato che come categoria riteniamo importante, da non sottovalutare o svendere com'è la l.r. 27/2016.

Come segreteria MGL il nostro impegno continua, muovendo da un serio e proficuo confronto con la categoria , che non può limitarsi al solo ruolo di spettatore dando come sempre per scontato l'esito di un'epilogo tutto da scrivere .

                                                  Il Segretario Generale

                                                          Giuseppe Cardenia