MGLDopo l’ennesimo rinvio, consumatosi ieri mattina a sala d’ercole, per mancato numero legale in aula, sembra che la politica voglia recuperare il tempo perso imprimendo un’accelerazione all’attività parlamentare garantendo il numero di deputati essenziali per andare avanti, di fatto a partire dalle ore16:00 di ieri pomeriggio, l’ARS forte di ben 70 deputati su 90, presenti in aula ha approvato nell’arco di qualche ora, la norma sulle disposizioni contabili, il rendiconto e il nuovo regolamento interno per poi passare al collegato alla legge finanziaria, discussione posticipata a questa mattina alle ore 11:00 dopo l’intervento di alcuni deputati che chiedevano di dare spazio alla Commissione Bilancio per tornare a riunirsi e definire la tanto contrastata fusione tra il Consorzio autostrade siciliane e l’ANAS contemplata anche nel collegato alla legge finanziaria ma priva del parere della commissione di merito. A seguire l’attenzione è stata rivolta alla problematica province e alla mancata riforma delle stesse con tutto quello che ciò comporta anche nei confronti delle procedure di stabilizzazione del precariato storico degli enti locali a cui oggi rimane subordinata se non vengono approvati gli emendamenti che il governo ha presentato al collegato alla legge finanziaria dopo il parere acquisito in commissione Bilancio. Ma proprio su questo punto assistiamo ad una forte presa di posizione del Presidente Ardizzone dopo le polemiche dei giorni scorsi avuti con l’assessore Lantieri che si irrigidisce pretendendo il rinvio in Commissione Affari Istituzionali per il parere di merito, operando di fatto uno stralcio degli stessi e la richiesta al governo di contemplarli in un apposito disegno di legge , con la tempistica che ciò comporta sull’approvazione degli stessi. Ci chiediamo perché il Presidente Ardizzone assume questa posizione intransigente sul ddl precari, se pur legittima nella forma e nella procedura , quando c’era la disponibilità sia del Governo per conto dell’Assessore Lantieri ad andare avanti che del Presidente Cascio di dare nell’immediato parere favorevole come presidente della I Commissione parlamentare ai testi degli emendamenti interessati, agevolando l’approvazione degli stessi con il collegato alla legge finanziaria, senza per questo stravolgere alcuna procedura di regolamento, ma diversamente facendo prevalere il buon senso?  Sappiamo bene che i tempi a disposizione per legiferare prima della pausa estiva contrastano in modo evidente con la procedura pretesa dal Presidente Ardizzone non comprendiamo quali interessi animano l’operato del Presidente dell’ARS; come segreteria MGL Regione e Autonomie Locali in mattinata abbiamo già sollecitato il Presidente Cascio , l’assessore Lantieri , altra deputazione dell’Ufficio di Presidenza ARS e capigruppo a intervenire perché si vada all’approvazione degli emendamenti con il collegato alla legge finanziaria così com’era nei programmi del governo e dell’assemblea ; auspichiamo che la nostra azione non sia isolata ma tutti coloro che sono pronti a postare dichiarazioni e soluzioni al precariato condividano il nostro operato a tutela della categoria .

                                             Il Segretario Generale

                                                   Giuseppe Cardenia